Travel

A spasso per Nîmes

Oltre la città romana e i suoi monumenti, lungo le strade e le piazze di Nîmes si respira tutto il passato e il presente della Provenza.
Posta al centro dell’ideale triangolo formato dai boulevard che circondano il centro storico, la Place aux Herbes è da secoli il cuore della città, la sua architettura e la Cattedrale più volte rimaneggiata rievocano il Medioevo e il Rinascimento.
Oggi le terrazze dei caffé la rendono un luogo vivo e sereno.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Poco lontano la Place de l’Horloge, con la sua torre, ricostruita nel  XVIII secolo, segna il tempo della città da 500 anni. Qui nacque Jean Nicot, che, divenuto ambasciatore a Lisbona nel 1559, importò un erba chiamata prima “nicotain” e poi “tabac”.  

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Avvicinandoci all’anfiteatro, che si trova proprio al vertice inferiore del triangolo, passiamo per la Place du Marché, in cui le terrazze ci invitano a sostare nei pressi della fontana del coccodrillo, che ci ricorda la sottomissione dell’Egitto a Roma.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
L’acqua scorre un po’ ovunque, rievocando la nascita e la storia della città: la fonte che l’ha battezzata, l’acquedotto romano che l’ha resa florida, la rete di canali che hanno favorito l’industria tessile (il “denim”, il tessuto reso celebre dai jeans, deve il suo nome proprio al fatto di essere originario “de Nîmes”), il ricordo di tutto ciò rivive nelle numerose fontane e negli specchi d’acqua.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
I Jardins de la Fontaine ne sono ovviamente la rappresentazione più grandiosa e spettacolare, mentre la Place d’Assas la più simbolica.
Concepita nel 1989 dallo scultore Martial Raysse, è attraversata da un capo all’altro dall’acqua. Ricca di emblemi e riferimenti nimensi vede due teste monumentali fronteggiarsi l’una all’altra. Esse rappresentano la fonte su cui la città è sorta e il dio Nemausus, sua forza maschile.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
Nella zona sud della città, oltre l’anfiteatro, si estende l’Esplanade Charles de Gaulle con la fontana Pradier, che rappresenta la città di Nîmes circondata da quattro corsi d’acqua.

image from www.flickr.com
Tornando alle ruelles del centro storico ci immergiamo nei colori, negli odori e nei sapori della Provenza. E’ soprattutto la sera che queste vie si animano, riempiendosi di assembramenti di persone intente a gustare tapas assieme a un bicchiere delle costières, mentre assistono alle corride, trasmesse al posto delle partite di calcio, ma anche di giorno la passeggiata ci regala ottimi spunti…ni!

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

 

 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

 

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *