Novel

Il rumore della pioggia


Avvenne durante un temporale.
Angelica aveva paura del rumore della pioggia.
Ne aveva paura soprattutto quando era in macchina e sentiva il suo battito martellante sulla carrozzeria: il vetro che si trasformava in una cascata diventava una barriera che le nascondeva il mondo alla vista lasciandole nella testa solo un frastuono privo di significato.
Ne aveva paura anche quando lo sentiva nel buio della notte: le gocce rimbalzavano allora sulla tettoia di lamiera della casa vicina, che ne moltiplicava assurdamente lo scrosciare assordante.
Tutto quel rumore confuso le scompigliava i pensieri ed era insopportabile per lei non poter dare un senso alla loro marcia. Non sospettava che anche il silenzio li avrebbe lasciati allo stesso modo persi a vagare nel nulla senza una guida. Non lo poteva sapere, perché il silenzio vero esiste solo nei sogni.
Ma durante quel temporale successe l’inaudito. Un’esplosione e d’un tratto si spense tutto. Si spense tutto il rumore. Sparì qualunque suono. Lo smarrimento fu tale che cadde in un sonno profondissimo, in cui nessun pensiero compiuto sembrava potersi generare.
La mattina dopo si svegliò di soprassalto, prendendo a pugni la sveglia che non aveva suonato. Si accorse subito che gli uccellini non cantavano come ogni mattina, che la vicina mezza sorda non ascoltava come al solito il notiziario in tv e che il bollitore per il the non fischiava più.
Era già persa nel deserto della sua mente quando la sua mano, schiacciando istintivamente il tasto play, fece nuovamente sgorgare il flusso delle gocce di suono.
E ricominciò a sentire il rumore della pioggia.
Senza averne più paura.

19 commenti

  • marco(a)

    Oggi a Caronno c’e’ stata una specie di bufera: pioggia fortissima, rumore assordante, tutti i canali televisivi fuori servizio. Nessuno poteva andarsene dalla palestra, e l’acqua ha invaso una parte degli spogliatoi.

    Io ho deciso di cambiare alcune lampadine fulmniate: di colpo una scintilla, un cortocircuito, e si e’ spento tutto: siamo stati al buio, nel silenzio, e tutti i treadmill (tapirulan) si sono fermati contemporaneamente.
    Per un attimo, nel silenzio, ci siamo guardati tutti, meravigliati.
    Poco dopo, schiacciando un tasto blu (“riarmo”) tutto e’ ricominciato come sempre.
    In un mondo parallelo, mentre io schiacciavo il tasto blu,  Angelica schiacciava il tasto Play.
  • cristiana

    Ohhh…che belle parole !! a  me piace un sacco quando si sente piovere fuori e si è nel letto magari sotto il piumone…perchè fa ancora freddino….. oppure quando da giovane si andava in camporella in auto…e fuori pioveva !! :)) Ciaooo

  • cristiana

    si si….un’inguaribile romantica…. che spera ancora di trovare il principe azzurro !!!!! :))  peccato che poi dall’azzurro divengano addirittura principi grigi…..come topi !!! ahahahah  !!! p.s.: sono 2 sere che per strada, mentre guido, ho visto un topo a sera…. che vorrà dire ??? sarà quello il mio principe azzurro ?? ( invece dei ranocchi a me spettano i topi ???  )ooohhh mi fanno schifo i topi !!!!!

  • cristiana

    …oltre al piumone volevo aggiungerci qualcosina di “hot “..ma non mi sembrava il caso !! ahahahhaha !!! evviva la pioggia quando si sta sotto il piumone !!! però ora ha rotto…tutta sta pioggia !!!!  ciaoooo

  • anto

    sì credo siano entrambi batraci…. ma i rospi sono mooooolto più grossi… una  volta ne ho visto uno emorme che faceva GROO-GROO… orribile!!!!

  • anto

    sì più facile che lui abbia sfiorato te… in ogni caso dò anche a te lo stesso consiglio che ho dato alla cris: io non farei la prova…!!!

  • Giuly

    [ciò è buono] che bella storia..ma è un libro?? stai scrivendo un libro?
    perchè la protagonista è sempre quella del funambolo se non sbaglio 😉
    se lo scrivi io lo compro subitooooooooooo! :))

    è bello sentire la pioggia mentre si sta sotto le coperte, concordo…e se ci sei con chi ami è ancora meglio…soprattutto se non deve suonare la sveglia e puoi starci quanto vuoi 🙂

    **

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *