Uncategorized

Profumo di Natale

Sabato è entrato finalmente nella nostra casa il profumo del Natale.
L’abete sa di buono, sa di Natali passati, sa di piccole cose preziose e perdute. Assieme al suo profumo si sono affacciate alla porticina della memoria le statuine antiche del presepe ancora stipate nella loro fredda scatola di ferro, la capanna scolpita in legno dal nonno, il muschio ancora umido di bosco, le decorazioni di neve sui vetri, le candeline di cera rossa da applicare ai rami, le palle di vetro della “nonna di Torbole”, l’albero che svettava fino al soffitto con la solita lotta per il puntale: quello bianco o quello blu?
(Grazie Cristiana)

 

5 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *