Uncategorized

Fri May 8 05:06:04 2009

Non dormo e penso che è già passato un anno dall’anno scorso, si può essere così sorpresi da una tautologia?
adesso comincia appena a schiarirsi il cielo, dalla finestra aperta assieme ai primi rumori del traffico entra tutto un cinguettare di uccelletti. Strano, non avevo mai fatto caso che ci fosse tanta vita tra i rami degli alberi che dividono il palazzo dalla ferrovia.
Non so bene cosa ma l’insieme di questi rumori mi ricorda qualcosa; forse è il suono di tutte le mattine del mondo condensate in una… ecco sì, è come se questa mattinata che sta iniziando le racchiudesse un po’ tutte.
Mi è successo anche ieri, mentre guidavo con i vetri abbassati e attraversavo un tratto di campagna: l’odore dell’erba appena falciata ha fatto esplodere tutte le estati passate, gettandomi addosso tutta la fatica dei raccolti, il  silenzio delle colline assolate e il profumo delle foglie di ciliegio. Certi istanti li sanno contenere tutti.
Il cielo è sempre più chiaro, è bella l’aria fresca che entra adesso, si sente il rumore di un motore nel cantiere qui a fianco e penso a tutto quello che viene costruito
e che resta.

14 commenti

  • accgian

    è per questo che amo così tanto questo periodo…. ha dei colori e dei profumi che sanno entrarti dentro e darti emozione….
    per lavoro esco di casa molto presto e – quando c’è – vedo sorgere il sole, in queste mattine mi sembra di “sentirlo” sorgere nella pace, negli aironi atterrati nelle risaie…..

  • paoli

    mamma mia anto …certo come dice gian questa stagione ha un fascino particolare…sa evocare molto più di altre e  poi l’alba è un momento magico…sempre…ti auguro che l’allegro e indaffarato cinguettare degli uccelli ti accompagni dolcemente in queste giornate e che la malinconia che avverto nei tui post di questo ultimo periodo possa essere scacciata.

     

  • Apolline

    [c’est top]

    ” J’ai rencontré l’aube d’été. Rien ne bougeait encore au front des palais. L’eau était morte. J’ai marché, réveillant les haleines vives et tièdes. Et les pierreries regardèrent et les ailes se levèrent sans bruit. (…)” Arthur Rimbaud, l’Aube.

    Ton texte et ton écriture sont magnifiques Anto. J’aime beaucoup ce que tu dis de ces instants, de ces odeurs qui concentrent tous les étés, de ces oiseaux qui piaillent dans les arbres et ramènent tous les matins d’autrefois, toutes les personnes qu’on aimait … C’est trés beau. Cela veut dire que notre temps affectif est immobile et que rien n’est jamais “passé” …

    Belle journée à toi et mille bisous. 

  • cristiana

    Senti Anto non voglio rompere la magia di qs. post fantastico  ma non mi puoi scrivere IL CINGUETTARE DEGLI UCCELLETTI !! eddai..sai che scoppio a ridere !! ahahahahahahahah !! :-))
    ti abbraccio… anch’io cmq adoro la primavera (mi torna difficilissimo alzarmi presto ma ieri eccezionalmente l’ho vista anch’io l’alba, la foschia sopra i prati, il sole che si stava svegliando…. )

  • anto

    ciao paola!!!! auguroni anche qui!!! :)))
    sì.. anch’io adoro il sorgere del sole, è il momento più bello della giornata, anche se in realtà ne godo molto raramente… (pigrona sono…. ^^); ascoltare i rumori che si svegliano, guardare i colori che si accendono e ammirare il sole che ogni giorno rinasce è uno spettacolo meraviglioso, rassicurante e benaugurante.

    ps. sai cosa mi farebbe di sicuro passare la malinconia???? mmmmm….. un bel piarro di PAELLAAAAAAAA!!!!!! 😀 😀 😀 buona festa per staseraaaaaa!!!!!!!

  • anto

    merci Apolline! je connais ce poème de Rimbaud, j’aime beaucoup la poésie en langue française…. c’est la langue musicale par excellence!!! merci de tes beaux mots… tu sais si bien traduire mes sentiments qu’ils semblent presque être les tiens!!!! :)))) …mille bisous à toi!!!! 

  • anto

    ahahahah cris, ….lo so che non ci crederai (o forse invece sì) ma quando ho scritto quella frase ti ho pensata!!!! ahahaha… giuro ho volevo quasi cambiare la parola perché immaginavo cosa avrebbe provocato…. ma invece no! “uccelletti” erano e “uccelletti” ho lasciato scritto!!!! ahahaha gesummaria che ridere cris! 😀 😀 😀

  • cristiana

    ahahahahhahah !! certo che i tuoi amici che leggono qui…nn capiranno nulla ! anzi ci faccio pure una figuraccia !! ma tu sai….come sono fatta !! (nel bene..e nel male ! ) AHAHHAHAHA

  • marco(a)

    Essere svegli, consapevoli del mondo, mentre una persona importante (o “la” persona importante) dorme vicino è una sensazione bellissima: par di vegliare e poterla proteggere, e intanto di essere dei privilegiati perche’ si gode della sua presenza, e contemporaneamente del mondo tutt’intorno.

    Non ho questa fortuna ultimamente: mi addormento presto, e a volte parlo nel sonno; oppure, appena sveglio, rispondo bruscamente ad una domanda innocua.
    C’e’ ancora molto da costruire: tranquillamente, come appunto stanno facendo qui fuori.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *