Travel

Tampa – The Busch gardens

La splendida giornata a Walt Disney World della settimana scorsa ci aveva lasciato un vago senso di incompiutezza, dovuto al fatto che l’emozionante Space Mountain era in fase di manutenzione e quindi inagibile. Come resistere dunque alla tentazione di fare una sosta ai Busch gardens di Tampa?

Questo parco a tema è un curioso mix tra un grande zoo safari con animali esotici di ogni tipo e un parco di divertimenti costituito quasi esclusivamente da rollercosters. Ce ne sono per tutti i gusti: acquatici, da brivido, su altissimi tralicci di legno, con giri della morte e avvitamenti mozzafiato, lunghissimi o più brevi, velocissimi o più panoramici, insomma c’è di che uscirne con la testa rintronata e le viscere un po’ rivoltate.

Gwazi è il più grande e veloce rollercoaster in legno dell’America sud-orientale: due treni corrono intrecciandosi su due percorsi speculari, direi che è stato un ottimo biglietto da visita, tanto per cominciare.

Ma il pezzo forte del parco è lo Sheikra: dopo una caduta a 90° da più di 34 metri il volo prosegue con picchiate e planate che imitano il volo di un’aquila minore africana e termina con un tuffo finale in una vasca piena d’acqua.

nel video si vede anche il momento dell'”ammaraggio”

  Giri della morte e avvitamenti sono la caratteristica del Kumba: una discesa a tutta velocità da 33 metri, una spirale a 360° che crea un’assenza di gravità di tre secondi a più di 90 km/h.

Ma ce n’è numerosi altri: lo Scorpion, il Montu e tutti quelli acquatici, dai quali si esce decisamente soaked!

Tra le numerose giostre, gli immancabili film in 3D e gli spettacoli di vario intrattenimento si percorrono delle isole dedicate agli animali esotici. Stupefacenti i Bird gardens, ai quali si è introdotti attraverso un’esplosione di fenicotteri fiammeggianti e da decine di pappagalli colorati.

ll più emozionante tra questi percorsi è senz’altro il Tiger trail: un tunnel con apposite vetrate che porta direttamente nell’area dove vivono le tigri. E’ innegabile che questi felini abbiano qualcosa di regale, ma al tempo stesso vedendoli così sornioni verrebbe quasi voglia di accarezzarli..

Un trenino permette poi di visitare l’ampio parco in cui si possono incontrare elefanti, giraffe, zebre, rinoceronti, antilopi e altri animali esotici.

2 commenti

  • marco(a)

    splendida l’area dedicata agli animali, sufficientemente spaziosa per loro e per isolarli dal contesto giochereccio!

    Questo parco (in cui non abbiamo incontrato un solo italiano, mentre a passeggiar per disney (o peggio miami) a volte pare di essere a roma) e’ una vera rivelazionel!

Rispondi a marco(a) Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *