15 commenti

  • anto

    anch’io l’ho fatto, soprattutto per salvare i commenti legati alle foto… c’erano scambi lunghissimi sotto alle prime che aveva postato il marco a suo tempo… e di quelli non si sarebbe salvato niente…
    la cosa migliore sarebbe riuscire a farsi una ragione che le cose prima o poi spariscono tutte
    ma non so se ne sarò mai capace

  • Giuly**

    io non lo sono 😛 e non ci penso proprio 😛 non sparisce niente, in realtà…o per lo meno, quelle importanti restano in qualche cassettino della mente che magari viene dimenticato, ma da qualche parte ci sono tuuuutte 🙂
    Vediamola così 🙂

  • G

    Ciao io con tyepad non ci convivo , provo con LiveJournal per qualche giorno anche se ho gia’ visto che accetta post cortissimi ,ma con tyepad non mi ci trovo proprio , tra l’atro se oggi digiti vox nelle news di google sembra che presto chiudera anche tyepad….. se funzia mettero’ il link su tyepad (se ci riesco..)
    ciao salutami Marco

  • anto

    non dovrebbero esserci rischi per typepad… invece è vero che six apart si fonderà con video egg per formare una nuova società, Say Media. Le dichiarazioni programatiche sono quelle di voler mantenere viva la piattaforma, poi sai, si è sempre in balia un po’ degli eventi. In ogni caso credo che, per me almeno (per il tipo di post che faccio io) l’unica altra alternativa sarebbe wordpress, ma visto che per la mia mole di contentuti dovrei prendere la verisone a pagamento, aspetto che diventi una necessità (se e quando mai succederà….)
    ps. bello l’avatar 😉

  • anto

    sì conosco wordpress, vi avevo fatto un primo export a febbraio scorso, quando avevo cominciato a subodorare che per vox si metteva male: http://anto291.wordpress.com/
    è un’ottima piattafoma, peccato che per la mia mole di contenuti dovrei per forza passare alla versione a pagamento e siccome già pago per flickr… insomma… non mi sembra il caso, per me è il blog pur sempre un hobby.
    Quando avevo fatto quel primo export mi si era bloccato tutto e dopo un discreto scambio di email, il team di wp mi aveva fatto tutta l’operazione a mano, però la mole già così aveva superato il massimo dei contenuti gratuiti….
    Per il momento resto qui, per una serie di motivi, non ultimo quello di mantenere i rapporti con i pochi che sono rimasti legati all’ormai ex six apart, ma anche per dare fiducia a questa piattaforma che in fondo ci ha dato l’opportunità di traslocare gratuitamente (cosa per nulla scontata) e che a mio parere sta dimostrando una certa lungimiranza….
    poi magari andrà male, ma un secondo export (a pagamento) su wp faccio sempre in tempo a farlo più avanti.
    per ora io sono qui.
    🙂

  • G

    quello che e’ inconcepibile e’ che hanno chiuso vox e tenuto typad …..non perche’ noi eravamo di la … ma e’ sotto gli occhi di tutti la mediocrità rispetto a vox
    io aspettto nel frattempo sto di la e non chiudo di qua..
    ciao

  • anto

    bene! sono contenta che tu mantenga anche questo account! 🙂
    il fatto è che vox era una piattaforma gratutita, mentre typepad (al di là della funzione del microblogging) è a pagamento… ovvio che, dal momento in cui six apart ha deciso la fusione con videoegg, ne siano uscite svantaggiate le appendici meno “profittevoli”…. dura lex, sed lex, in questo caso quella del profitto che, per quanto triste sia, è quello che fa girare il mondo…

Rispondi a G Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *