Travel

Villa Kérylos à Beaulieu-sur-mer

Villa Kérylos a Beaulieu-sur-mer è una reinvenzione della Greca antica.

villa kérylos

Théodore Reinach (1860-1928,) appartenente a una famiglia di banchieri originaria di Francoforte, era il più giovane di tre fratelli di tale erudizione da essere soprannominati i « Je-Sais-Tout ». Egli si orientò presto verso lo studio della Grecia antica e da questa passione nasce il progetto di costruire a Beaulieu una villa greca. 

Per realizzarlo fece affidamento su Emmanuel Pontremoli, che dà prova del suo genio unendo in essa il lusso antico al confort moderno delle ville della Belle Epoque. Questo architetto era appassionato della Grecia antica quanto Théodore e passò 6 anni (dal 1902 al 1908) a creare villa Kérylos, il cui nome indica l’Alcione, simbolo nella mitologia greca di un presagio felice.

Alla sua morte Théodore Reinach dona la villa Kérylos a l’Institut de France di cui era membro. I suoi figli e nipoti vi abitano fino al 1967, data in cui è dichiarata monumento storico.

cap ferrat
Concepita a modello delle residenze nobili dell’isola di Delo nel II sec a. C. la villa Kérylos è un’invito al viaggio nel cuore dell’antica Grecia: tutto, dall’organizzazione degi spazi alle decorazioni raffinate, è pensato allo scopo di ricreare l’atmosfera di una lussuosa villa greca.

La residenza si organizza attorno a un peristilio, una vasta corte centrale circondata da dodici colonne in marmo bianco di Carrara. La biblioteca, esposta a est, conserva numerose opere sull’arte antica, nonché oggetti d’arte e della vita quotdiana dei Greci antichi. 

peristilio

terme

biblioteca

platone e aristotele
Nella sala da pranzo (triclinio) tre letti posti all’altezza delle tavole permettevano ai commensali di pranzare distesi come gli antichi Greci.

androne

teseo e il minotauro

cratere
Il balaneion, il bagno privato delle case di lusso è in marmo tigrato di Carrara. La camera da letto di Théodore, dedicata a Eros, è di colore rosso con mosaici che rapresentano Dioniso circondato da delfini. L’Ornitès, la camera di Mme Reinach, è invece sui toni del blu e porta i simboli della dea Era: il pavone e il cigno.

stanza da bagno

rubinetti

stanza da letto

ornitès
L’arredamento ricostruisce fin nei minimi dettagli la raffinatezza della decorazione dei palazzi della Grecia antica. Tutto è stato costruito con legni esotici preziosi ispirandosi in modo il più preciso possibile ai modelli antichi.

villa kérylos
In ogni stanza affreschi e mosaici ispirati a documenti antichi rappresentano scene della mitologia greca.

 

2 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *