Travel

Genova – Il Porto Antico

Non ero mai stata a Genova e l’impressione che mi ha lasciato la breve visita di domenica è stata davvero intensa. Il porto antico soprattutto, uno spazio restituito alla città come centro di aggregazione non solo per i turisti ma anche per i genovesi.

Quest’area, adibita a porto sin dall’anno mille, è stata ristrutturata nel 1992 nell’ambito dell’Esposizione Colombiana. Una città cui restituire il suo mare, questa l’idea che guidò Renzo Piano per il recupero dell’area. 

E visitare il porto antico una domenica pomeriggio, passeggiare sul molo che dall’acquario porta all’isola di chiatte, passando per la nave Italia e la biosfera, osservare chi sale sull’ascensore panoramico o pattina sulla “piazza delle feste” restituisce un’immagine della città davvero viva e pulsante.

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

Il Porto Antico di Genova occupa una superficie di oltre 130.000 metri quadrati. Le strutture che vi hanno sede sono l’acquario, uno dei più ricchi al mondo con i suoi 30 ambienti naturali e le sue 70 vasche,

image from farm6.static.flickr.com
la nave blu, che fa parte dell’acquario e ospita un percorso espositivo di 2500 metri quadrati.

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
l’isola delle chiatte, intitolata al Berio, un punto panoramico galleggiante privilegiato tra il mare e la città,

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
la biosfera, che racchiude un piccolo ecosistema d foresta pluviale con 150 specie vegetali e numerose specie animali,

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com
la piazza delle feste, che da dicembre a marzo diventa una pista di pattinaggio su ghiaccio e il bigo, lo spettacolare ascensore panoramico che sorge lì a fianco.

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com
Di fronte il molo vecchio, che ospita un centro congressi con negozi e spazi espositivi.

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

Un commento

  • marco barsotti

    La ristrutturazione e’ di quasi venti anni fa, e Piano l’avrà pensata 25 anni fa. Eppure sembra sia stata fatta ieri, sia per le forme che per come il tutto e’ mantenuto.
    Non so se e’ merito dell’Architetto o della città. O di entrambi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *