Friends

Cronaca di un sabato sera

E’ cominciato tutto così. Col sole.

Dopo un caldo pomeriggio in spiaggia, il ritrovo è chez Paola, che sta al porto. Per inciso, ma quanto è lontano il porto da casa nostra???? Dovesse capitarvi di percorrere la promenade des anglais da bd Gambetta al port Lympia, diffidate delle apparenze: calcolate almeno tre quarti d’ora (ché poi magari vi soffermate qua e là a fare qualche foto non prevista al marco)

image from farm4.static.flickr.com

image from farm4.static.flickr.com

 

image from farm4.static.flickr.com

image from farm3.static.flickr.com

Eccoci finalmente a gustare il delizioso aperitivo a base di prodotti rigorosamente d’oltralpe. Beninteso, l’oltralpe di qui (che è l’intralpe di là) visto che in questi giorni in place Masséna ha avuto luogo la rassegna gastronomica di prodotti regionali italiani L’Italie à Table e che ci si è largamente riforniti di salumi e grana padano 30 mesi.

image from farm6.static.flickr.com

image from farm3.static.flickr.com

Non è stata però una bella idea attardarsi tanto in chiacchiere sparse, visto che, quando alla fine ci siamo decisi a dirigerci verso il ristorante, è successo il finimondo.

Qui di seguito i pensieri susseguitisi nei 10 secondi successivi alla nostra uscita dalla porta di casa:

“uh, qualche goccia” “eheh… guarda lì di fronte come piove già” “oh, i miei sandalini” “bè apro l’ombrello”.

Quel che è successo dopo non lo ricordo benissimo, so solo che il tempo di girarsi e di rientrare nell’androne non è bastato per non ritrovarsi zuppi fino alle ossa!

Ecco il marco in tenuta post-temporalesca:

image from farm3.static.flickr.com
image from farm4.static.flickr.com

image from farm6.static.flickr.com

image from farm3.static.flickr.com
(certe visioni sono sempre molto romantiche)

9 commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *