Sea & beaches,  Travel

Athinios, il porto

All’epoca della dominazione turca era il porto di Pyrgos, oggi è il porto principale dell’isola di Santorini.

E’ una strada molto ripida fatta tutta di tornanti quella che scende a Athinios, da dove partono e dove arrivano i flying cat, (sorry: i flying cat!), le navi veloci e i traghetti che servono da collegamento con il Pireo e le altre isole dell’Egeo.

image from farm6.static.flickr.com
image from farm6.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
Nei suoi pressi si può notare questo anello, in realtà un apparato contenitivo che serve a trattenere il relitto della Sea Diamond, una nave da crociera qui affondata il 5 aprile 2007, dopo lo scontro con uno scoglio vicino a Nea Kameni. Sembra che la causa sia imputabile a errori nelle mappe nautiche, ma nessuno si vuole prendere la responsabilità dell’incidente e il relitto è ancora là sotto, verosimilmente assieme ai resti di due passeggeri dispersi.

image from farm7.static.flickr.com
Questo video dell’affondamento, preso da un’altra nave, è piuttosto impressionante, mostrando i passeggeri ancora a bordo e il calo delle scialuppe di salvataggio, mentre la nave si inclina sempre più pericolosamente su un lato, fino a capovolgersi e inabissarsi.

Si è tentato in tutti i modi di correre ai ripari, cercando di portare la nave prima verso il centro della caldera, poi di nuovo verso la costa. Ma probabilmente queste manovre di spostamento hanno solo accelerato il processo di affondamento, forse comuque inevitabile. 

Non so bene perché Marco abbia insistito tanto a raccontarmi questa storia (assieme ad altre amenità riguardanti aliscafi affondati a Naxos, traversate col mare in burrasca e attracchi impossibili). Non so bene perché insista tanto a dipingermi l’Egeo come un mare pericolosissimo (“eh quando è mosso è davvero MOSSO, eh…...” “ecco… sono quelli lì -vedi?- gli scogli insidiosi contro cui vanno le navi” e via dicendo).

Dicevo non so bene perché, visto che è sua ferma intenzione di farlo in nave, il prossimo viaggio in Grecia, quando mai sarà. E’ uno strano modo per chiedermi di rinunciare a volare…. 

In ogni caso per questa volta non è dal porto di Athinios che abbiamo detto arrivederci all’isola:

image from farm7.static.flickr.com
e il decollo ci ha regalato un’ultima splendida vista sulla caldera e sulla neonata mia prediletta Nea Kameni…

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

Arrivederci Santorini!

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *