Travel

Il giro del Pic du Cap Roux

Massiccio di origine vulcanica, l’Estérel deve il suo colore rosso acceso alle rocce di porfido dalle quali cui è formato. Il contrasto col verde della vegetazione e l’azzurro del mare offre una tavolozza paesaggistica davvero senza pari. 
Sessanta dei trecentoventi km² su cui si estende il massiccio sono ricoperti da una foresta demaniale, composta di macchia mediterranea, querce, pini di alep e marittimi, lavande, rosmarini, eriche e robinie.

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

Il punto più alto è il monte Vinaigre (618 m). 
Il giro del Pic du Cap Roux è una delle passeggiate più panoramiche che si possono fare lungo i più di 400 km di strade, piste e sentieri segnalati che percorrono il massiccio.
Si parte dal mare e si arriva a 450 metri d’altezza: la vista che da lassù si apre sulle scenografiche colonne di roccia rossa, sulla corniche d’or e sul mare, è davvero unica. 

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

Anche se la foresta mediterranea è per lo più sempreverde, fare questo giro in autunno arricchisce di nuove tonalità le già variegate sfumature di colore del quadro naturale che si offre alla vista.

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
Appena si comincia a salire un po’ di quota la vista sulla corniche d’or e sulle calanques si fa maestosa, ma diventa addirittura estraniante quando ci si trova davanti alle torri rocciose che svettano tutt’attorno mano a mano che ci si avvicina alla cima.

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com
image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.comimage from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

image from farm7.static.flickr.com

Il circuito che abbiamo percorso (un po’ a casaccio a dire il vero) è solo uno dei possibili giri che si possono fare lassù, dove i sentieri continuano a biforcarsi e a salire sempre più in alto per offrire sempre diversi punti di vista.
Occorrerà dunque ritornarci.

 

3 commenti

  • marco barsotti

    qui sembra di raccontar sempre la stessa cosa, o meglio di mettere sempre lo stesso commento. MA se la cote e’ tutta meravigliosa, queste rocce rosse sono assolutamente outstanding, ed il contrasto col colore blu del mare mozzafiato. — si occorre salire ancora un po’ di piu’.

  • Apolline

    Il reste à deviner les parfums de la colline, l’odeur de la mer qu’apporte le vent, la fraîcheur nouvelle de l’air et le soleil doux qui persiste quand même à tapper aussi dur qu’il peut …
    Provence, quand tu nous tiens …
    Tes images sont plus belles les unes que les autres … ce n’est pas une nouveauté, mais un plaisir, sans cesse renouvelé.
    Plein de bisous à vous deux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *