Sea & beaches

L’ultima St-Tropez dell’anno?

Mentre tornavamo a casa domenica sera, Marco ha detto un po’ pomposamente, come quando vuole trasformare un istante in ricordo: “salutiamo questa spiaggia, ché per quest’anno mi sa che è l’ultima volta che la vediamo”.
Chissà se sarà davvero così; in fondo l’anno scorso ad ottobre era ancora molto caldo e considerato che Les voiles de St-Tropez avranno luogo dal 29 settembre al 7 ottobre, volendo si farebbe ancora in tempo, al nostro ritorno dalle vacanze, a fare un’altra capatina da quelle parti; e chissà che non si riesca magari ad abbinare l’evento a qualche ora (tra le più calde) sulle spiagge di Ramatuelle. 
In ogni caso quest’ultima (almeno in ordine di tempo) domenica tropezienne non si è affatto smentita, mantenendo come al solito la promessa di qualche ora di puro relax circondati dalla natura, dal silenzio e da una sensazione di benessere che non si capisce bene da cosa nasca, ma su quella sabbia semplicemente c’è.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Marco mi faceva notare come quell’angolo di spiaggia sia frequentata per lo più da ragazzi, coppie più o meno giovani che non si fanno problemi nel manifestare pubblicamente e un po’ impudicamente le loro tenerezze.
Senz’altro l’atmosfera ci guadagna in rilassatezza: letture sonnacchiose accompagnate da carezze, bagni nell’acqua bassa con relativi prolungati abbracci; anche chi si dedica agli sport acquatici e persino i pochi bambini che giocano nei paraggi, mantengono un silenzio piuttosto sorprendente.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

Risultato ne è che il suono delle onde alla fine la fa da padrone.
L’acqua è ancora sufficientemente calda per potervicisi abbandonare tranquillamente e le ore corrono tranquille, intrecciate con le pagine del libro che stai leggendo.

Davvero difficile decidersi a lasciare la spiaggia quando cala la sera, dopo l’aperitivo di rito al Moorea.


image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.comimage from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

 image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
e ancora più difficile prendere definitivamente la strada di casa dopo essersi imbattuti, a poche centinaia di metri in un ristorante-terrazza immerso nella pineta, dall’atmosfera davvero unica.
Consigliatissimo La pomme de pin incredibilmente economico, con ottime pizze e specialità sarde davvero notevoli!

image from farm9.staticflickr.com

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *