Travel

And now you’re in New York

Queste le parole pronunciate da Marco (un po’ teatralmente, ma -si sa- a lui piace sottolineare così i momenti che vuole immortalare) all’uscita della subway il giorno del nostro arrivo. Questo quello che più o meno avevo di fronte.

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Difficile descrivere questa città con qualche foto, ma lo è ancora di più farlo a parole, quindi mi lascerò guidare dalle immagini per cercare di dare un senso al mix di sensazioni provate camminando per le sue strade.

Banane

image from farm9.staticflickr.com
Qui se dici “frutta” dici per lo più banane. Il nostro ospite, quando gli abbiamo detto che per la colazione avremmo gradito un po’ di frutta, ce ne ha portato un intero casco (qui l’abundare è la norma). Come fare a dirgli che in realtà non le amavamo particolarmente, pastose e zuccherine come sono?
Invece qui sembra che sia il frutto per eccellenza; è piuttosto comune che siano consumate per strada come snack; probabilmente anche a causa della facilità di averne sempre una a portata di mano, credo, ma forse anche per la propensione di questo popolo alle cose zuccherate, mi sono detta.

Yellow cabs

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com
Sì, è vero, ce n’è una quantità spropositata.

Junk food

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

 

image from farm9.staticflickr.com
(anche di quello, un po’ ovunque)

Coca Cola

image from farm9.staticflickr.com
Una certezza: il camion della Coca Cola non si ferma mai mai mai e sfida indomito le intemperie e le avversità perché ogni ristorante, ogni bar, ogni distributore automatico ne sia sempre rifornito.

Traffico

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

(ok, meglio evitare le ore di punta a Manhattan)

Vapore

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

Il famoso vapore dovuto alla rete di teleriscaldamento newyorkese, che serve a produrre anche l’elettricità, ha un fascino del tutto speciale.

Luci

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
magiche, soprattutto quella naturale.

Subway

image from farm9.staticflickr.com
Comodissima, anche se aspetto con ansia il prossimo soggiorno in loco per approfondire bene la questione: mai visto altrove stazioni diverse per la stessa linea a seconda che vadano in un senso o nell’altro (che se per caso ti sbagli poi non ci puoi più rientrare perché hai già vidimato la tessera nella “stessa” stazione!) 

Grattacieli

Bè, un po’ li avevo già messi, mancava però il Flatiron Buildiing

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com

bellissimi, grandiosi, crescono tra i fiori e tra le opere d’arte!

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com 

In ogni caso, ovunque ci si trovi in questa città la sensazione è sempre la stessa ed è che questo deve essere proprio un gran bel posto per viverci. 

image from farm9.staticflickr.com
image from farm9.staticflickr.com

image from farm9.staticflickr.com
tutto sommato

 

Un commento

  • marco barsotti

    comunque la prima uscita dalla metro di NYC, il primo sguardo a quei palazzi, emoziona anche chi l’ha gia’ vista (e infatti mi ha ri emozionato)
    . E sospetto continui ad emozionare, giorno dopo giorno, anche gli abitanti ed i commuters di Manhattan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *