Travel

A spasso per Atene, Monastiràki

Questa antica zona della città deve il proprio nome a un piccolo monastero (che si trova appunto in Plateia Monastirakou). Un tempo centro dell’Atene musulmana Monastiraki ospita ancora un bazar e un mercato che espongono di tutto. Due moschee documentano il passato orientale della zona.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
Sono evidenti anche le influenze romane. Per le strade che costeggiano l’Agorà romana e i resti della Biblioteca di Adriano e della Torre dei Venti si trovano oggi numerosi locali e negozi per turisti.

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.comimage from farm3.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Plateia Avyssinias è il cuore del mercato delle pulci, che si estende in tutte le strade adiacenti. La domenica mattina, quando i negozi sono chiusi il mercato si anima. Vi si trova di tutto, i pezzi di antiquariato e modernariato che vi vengono venduti sono a volte delle vere chicche: esposimetri vecchissimi, impianti quadrifonici, sistemi operativi Solaris della Sun spuntano tra i mobili e le suppellettili più disparate.
Si ha  davvero l’mpressione che in mezzo alle cianfrusaglie, a ben cercare, si possa scovare anche l’oggetto più raro e prezioso.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm3.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.comimage from farm3.staticflickr.com

image from farm6.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com

image from farm8.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
Man mano che ci si allontana da piazza Avissynias le bancarelle diventano più spartane, raccogliendo gli oggetti usati più improbabili fino ad arrivare ai prodotti miracolosi come le colle imbattibili e ai gadget più bizzarri, come l’estrattore di succo di agrumi che li trasforma in bibite sempre a portata di mano.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Faccio notare che, non amando i gatti i luoghi troppo affollati e rumorosi, è con vera abnegazione e spirito di sacrificio che qualche loro rappresentantie presta servizio anche qui (che non si può mica lasciare una zona sguarnita).

image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

2 commenti

Rispondi a Marco Barsotti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *