Spectacles

Feux Pyromélodiques à Cannes – Khan, Le Cygne Noir (Russia)

L’origine della manifestazione risale al 1967, quando la società Ruggieri e la città di Cannes organizzano la prima competizione internazionale tra i più celebri artificeri dell’epoca. Già allora i fuochi sono allestiti con colonna sonora e sulla base di un unico tema simbolico.

Oggi questo Festival è uno dei più prestigiosi appuntamenti pirotecnici al mondo: più di 150.000 persone assistono ad ogni serata per ammirare gli spettacoli che ogni anno illuminano la baia di Cannes in luglio e agosto.
L’ambito premio per il quale concorrono gli artificeri è la “Vestale d’argent” e ogni quattro anni i vincitori di ogni edizione tornano poi per cercare di guadagnarsi la “Vestale d’or.

La giuria valuta di ognuno tra gli artisti l’originalità, la scenografia, la sincronizzazione, il ritmo, la ricchezza estetica; parallelamente gli spettatori possono votare per attribuire il “Prix du public”.

Quello di domenica scorsa era l’ultimo spettacolo in competizione ed era organizzato da una compagnia russa: Khan, sul tema “Le Cygne Noir”.

La musica di Čaikovski fa da colonna sonora a questo spettacolo fiabesco, in cui il cigno nero, l’accidente inatteso, è là per confutare la teoria ordinaria del corso abituale delle cose.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
I fuochi ripresi dalla nostra postazione sulla spiaggia:

E qui il video ufficiale completo della mezz’ora di spettacolo:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *