Books

Tommaso Labranca – Poeta senza speranza – Le poesie di Angelo Stofano inviate ad Adelphi

1
Poeta senza speranza

Le poesie di Angelo Stofano inviate ad Adelphi

Per le poesie: © Angelo Stofano, 1992
Per la versione elettronica: © Tommaso Labranca, 2010
Chiunque pu usare e diffondere questo testo, ma, per favore, non fate il mio nome!

www.tommasolabranca.eu

 

Nell ottobre 1992 inviai queste cinque tristi poesie a Guanda, Scheiwiller e Adelphi. Mi rispose solo quest’ultima Casa editrice. Ho sempre immaginato che le altre due avessero capito che si trattava di una bufala. Magari anche alla Adelphi, dove forse avranno appeso la lettera e le poesie in redazione per riderne nei momenti pi uggiosi. Per ho sempre apprezzato il fatto che mi avessero risposto.

Non ricordo nemmeno più perché avessi scritto e spedito quelle poesie. Forse perché erano simili a quelle di un anziano signore, operaio in pensione, che le inviava a raffica al giornale del paese in cui abitavo allora. Ricordo solo che scelsi il nome del poeta senza speranza modellandolo su quello di mia nonna. E il nome dell amico pittore, Marino Semoa, deriva dal noto coro da gita “Lo vedi, semo a Marino… ”  .

Un’altra delle poche cose che ricordo è che il numero eccessivo dei componimenti (739!) era ispirato alla mole di raccontini pseudokerouac di un essere che avevo la sventura di conoscere. E il titolo Non ti drogar!!!!! nasceva dal celebre brano quasi omonimo di Alberto Beltrami una specie di Mauro Corona della mu-sica leggera . E che La preghiera della trota era un amaro sfogo al cupo lavoro che svolgevo allora: redattore dell’eniclopedia a fascicoli settimanali L’Arte della Pesca per la De Agostini. Giorni interi passati a correggere testi su ami, lenze e pasture. Forse fu per quello che poi scrissi queste cinque poesie.

Le pubblico qui nella loro versione per macchina da scrivere, complete di lettera di presentazione e lettera di risposta. Oggi, dopo averli passati allo scanner, ho distrutto gli originali.

T-La, settembre 2010

2

3

4

5
6
  7
8
 

E IL CANTO DEL CUCUL? TU CHIEDI ANSANTE…

CANTAR NON SO E SONO BEN STONATO .

RISPONDOTI IL CANTO TUO

SIA LA PREGHIERA AL RE DEL BEL CREATO !

 

 

www.tommasolabranca.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *