Travel

Neve Tzedek

Neve Tzedek è il primo quartiere ebraico ad essere stato costruito fuori da Jaffa, prima che la stessa Tel Aviv venisse creata. L’atmosfera è ancora quella del piccolo villaggio dalle strade tranquille, silenziose e piene di gatti. 

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
In un primo momento disertato dagli abitanti che gli preferirono la città moderna, dagli anni ’80 è tornato ad essere apprezzato, diventando uno dei quartieri più ricercati della città, sede di atelier di artisti, ristoranti chic e concept store.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Ma l’atmosfera resta quella dell’oasi di pace (“oasi di giustizia” è peraltro il significato del suo nome in ebraico), la sensazione è quella di trovarsi in una bolla fuori dal tempo e dal traffico della città: lungo le sue stradine un po’ labirintiche i bambini giocano, i gatti prendono il sole, i turisti scattano foto. 
Le case basse dipinte color ocra, gli aranci, gli olivi e le bouganville contrastano con le torri che svettano appena al di fuori del suo ideale perimetro.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Vi si trova il museo Nahum Gutman,
che fu la casa dell’artista e la casa della famiglia Rochach, diventata a sua volta un museo e un memoriale.

Il Centro Culturale Suzanne Dellal, scuola di danza molto nota, è l’anima del quartiere e il punto di ritrovo degli artisti.
image from www.flickr.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *