Sea & beaches

Ritorno all’isola Margherita

Nonostante sia una gita che ripetiamo periodicamente, era più di un anno che non tornavamo sull’île Sainte Marguerite, la più grande delle isole Lérins, l’arcipelago che si trova di fronte a Cannes.
La giornata di festa (ieri si festeggiava l’Ascensione qui in Francia) il sole decisamente estivo (31 gradi all’ombra registrati a Cannes) e l’obbligo alle “plages dynamiques” ci hanno spinto ad approfittare del mare in modo “non statico” prendendo dapprima il battello che percorre il braccio di mare tra Cannes e l’isola, passeggiando poi per l’ombrosa pineta e facendo anche un paio di nuotate nel tratto di blu che separa le due isole.
È stato il nostro primo giro “fuori porta” (di casa? di Nizza?) e anche un piccolo test per provare cosa implicasse muoversi di nuovo tra la gente.


Non tanto sull’isola, i cui sentieri risultavano privi anche di quel raro passaggio umano che in genere li contraddistingue, quanto sul battello che fa la spola tra le due rive.
L’obbligo di mascherina a bordo era in gran parte rispettato, il distanziamento un po’ meno, nonostante molti posti a sedere fossero stati soppressi. C’è da dire che è anche difficile farsi un’idea precisa a questo riguardo in quanto le persone che appartengono a uno stesso gruppo familiare hanno logicamente la tendenza a restare vicine senza preoccuparsi di questa per loro inutile misura.

L’atmosfera era rilassata e si percepisce chiaro il desiderio di tornare a vivere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *