Travel

Hyères, la lumière

La cosa che più mi ha colpito della nostra breve “escapade varoise” è stata la luce. Capita che in inverno i cieli freddi e tersi regalino una luminosità tagliente, una nitidezza che sembra incidere le forme e ritagliare i contorni delle cose. I miei Natali (in entrambi i sensi) gardesani mi hanno abituato a questo stupore.
A Hyères è un po’ la stessa cosa, ma tutto più caldo. È un po’ come passare dai 4000 ai 2700 gradi Kelvin, come modificare ogni scatto applicando un filtro caldo.
Il freddo dell’aria lo sente solo il fotografo.

A Hyères ero già passata tanti anni fa , era maggio ma stranamente tutto era grigio. Questo dicembre ci ha regalato una passeggiata attraverso le ruelles della cittadina medievale di un’intensità davvero speciale.

Le luci del Natale sono state solo un gradevole corollario.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *