Travel

Per le strade di Creta

Sembra strano a dirsi ma il mare non è affatto l’elemento principale del paesaggio cretese. Questa ampia isola è dominata, direi quasi sopraffatta, dalla terra aspra, dalla roccia dura e irregolare, dai paesaggi ruvidi e frastagliati che solo a tratti si affacciano sul blu del mare.
Il giallo e il grigio delle rocce, il verde degli olivi e l’ocra della vegetazione bruciata dal sole e dal vento, sono i colori dominanti che solo a sera sfumano nell’oro e nel viola del tramonto.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com

Si tratta di una regione basata su un’agricoltura rustica, che comprende l’olivo e la vite, con ampie zone dedicate alle verdure da serra e molta pastorizia.
Nei paesini dell’entroterra, spesso piccolissimi, il tempo sembra essersi fermato agli inizi del secolo scorso.


image from farm4.staticflickr.com


image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
Immersi in questo paesaggio, viaggiare per le strade di Creta diventa un’esperienza incredibile, e questo soprattutto a causa della conformazione delle strade stesse: niente tunnel, praticamente nessun ponte, le carreggiate sembrano tracciate a matita semplicemente assecondando le asperità del terreno.
Sono nastri di asfalto quasi mai delimitati da banchine o guard-rail, con dislivelli a volte impressionanti, quelli che percorrono le antiche alture cretesi, seguendone i molteplici saliscendi e le innumerevoli increspature, percorrendone a tratti le gole e disegnandone gli alti crinali.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
Questa volta abbiamo girato soprattutto la parte meridionale dell’isola, dove solo qualche canyon scende dagli altipiani centrali verso il mare. Praticamente qui non esistono strade costiere e spesso per raggiungere luoghi non troppo lontani tra loro sulla costa bisogna allontanarsi molto verso l’entroterra e salire parecchio di quota.
Conseguenza di questo è che, anche se i trasferimenti risultano a volte lunghi e difficoltosi, la vista sul blu dalle strade panoramiche che scendono in stretti tornanti fino al mare è sempre molto scenografica.

image from farm4.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
Ecco, magari, se vi capita di percorrerle, ricordatevi di controllare bene i freni e lo stato delle gomme (che non si sa mai).

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *