Travel

È primavera?

Sono abbastanza abituata al fatto che le stagioni meteorologiche qui sulla Côte d’Azur non corrispondano troppo a quelle astronomiche. Nonostante ciò confesso che il tepore della giornata di ieri mi ha sorpreso.

La plage des Marinères da mezzogiorno alle tre si sa che regala un caldo riparo anche nelle giornate più rigide ma al tepore serale non ero ancora preparata.

image from www.flickr.com
Mi ha sorpreso soprattutto che la giornata sia rimasta calda fino al calar del sole, quando per la passeggiata al faro di Cap Ferrat mi ero munita di maglioncino e di un del tutto inutile giubbino.
Mi ha sorpreso anche la luce, che era talmente strana da rendermi irriconoscibili gli ormai ben noti scorci. Il sole ancora basso sull’eclittica e i suoi raggi radenti e incredibilmente rossi al tramonto illuminavano la serata in modo quasi surreale.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.comimage from www.flickr.com
E poi tutti quei fiori gialli, quelle nuvole dorate e il verde della macchia. La tavolozza era tutt’altro che invernale.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Non è stato un inverno troppo generoso in belle giornate, la primavera non potrà essere che migliore.

image from www.flickr.com

image from www.flickr.com

2 commenti

  • anto

    Oh che bello ritrovarti qui anna rita! pensa che sono anche in fase un po’ nostalgica… proprio di recente mi sono imbattuta infatti in vecchi commenti di vecchi post allora pubblicati su vox! Il fatto è che quest’anno ricorre il decimo anniversario di un sacco di eventi, alcuni dei quali legati -come puoi immaginare eheh- a questo blog (o meglio alla sua vita precedente).
    Ho in mente di fare un post di anniversario al mese, per questo mi sono ritrovata a scavare un po’ nei vecchi ricordi, scheletri nell’armadio compresi 😉
    Ti confesso poi che questo post non volevo nemmeno farlo, mi capita spesso a dire il vero… le foto le avevo già pubblicate su facebook e flickr e spesso mi sembra inutile metterle pure qui, dove so che non passa più nessuno.
    Però poi ha prevalso il mio bisogno di raccontare, anche se si tratta del racconto di cose banali come il tempo che fa o la passeggiata che ho fatto domenica. E solo qui posso davvero farlo.
    E dopo mi sorprendo sempre perché una volta che sono qui nella mia bolla, le mie foto mi sembra che acquistino un senso speciale e anche quelle che credevo essere meno originali le trovo più belle.
    Sì i colori erano davvero unici l’altro ieri sera e alla fine sono contenta di averli fotografati e condivisi. Anche qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *