Uncategorized

Riflettore della notte

Forse qualcuno di voi se ne sarà già accorto: questa notte è una notte di luna piena.
Gli effetti di questa congiunzione astrale sulla natura sono noti da millenni: già gli antichi ne avevano notato le conseguenze sull’agricoltura, sperimentandone gli influssi sulla semina e sul raccolto, sulla crescita dei funghi e persino sulla vinificazione.
E’ noto da sempre che la luna regola il flusso delle maree, e pare che agisca anche su quelle maree sotterranee che generano i terremoti.
L’uomo non si sottrae a questo imperio astrale: è provato che durante la fase di luna piena si assiste a recrudescenze delle gastralgie, dei dolori articolari, e dei disturbi all’apparato linfatico, come è un dato certo che regoli il ciclo femminile.

Ma non era a nulla di tutto ciò, quello a cui mi riferivo quando ho detto che qualcuno di voi se ne sarà accorto, bensì al terzo genere di influssi che il nostro satellite sembra avere sulla nostro vita, quando raggiunge quella fase in cui, ponendosi in allineamento con sole e terra mostra a quest’ultima la sua faccia completamente illuminata e unisce la sua attrazione gravitazionale a quella del nostro pianeta.
Mi riferisco a quelle crisi di follia psicotica, che sembrano esplodere in concomitanza del plenilunio e alle quali, assieme al nostro direttore, avrete forse potuto aver modo di assistere anche voi nella giornata odierna… chi di voi oggi non aveva la luna storta?
Anche questo genere di influssi sono conosciuti da sempre: seleniakòsin in greco, come lunatic in inglese, significa folle, mentre nella nostra lingua il significato di lunatico si è attenuato, per assumere quello di ombroso, incostante, ma pur sempre denotando una componente emotiva sbilanciata  in un senso imprevedibilmente negativo.
Sembra che attraverso le minimaree dei liquidi linfatici il plenilunio rallenti la circolazione  sanguigna  e interferisca con il metabolismo  della serotonina , che interviene nelle reazioni  emotive  degli individui, insomma in base a tutto ciò le manifestazioni aggressive aumentano, e, per dirla in parole povere SI ESCE DI CRANIO!!!

Dobbiamo quindi solo ringraziare un altro astro, la sua buona stella questa volta, apparsa nelle vesti di Yuma, se il nostro direttore non ha commesso qualche orrido delitto in preda agli influssi del tirannico satellite, anche perché non credo che -come la stupidità della vittima- nemmeno gli influssi astrali siano contemplati tra le attenuanti generiche e ci troveremmo probabilmente a portargli le arance in qualche cella, anziché le ciliegie sul blog, se avesse soggiaciuto all’insano impulso …

 

Al di là delle boutades e delle considerazioni scherzose, vorrei per un attimo cambiare registro, perché il mio pensiero non può non andare in questo momento a quanto successo nella giornata odierna proprio nella mia regione, a Mezzolombardo, dove una mamma ha ucciso la sua bimba di sei anni in preda a quello che non può essere altro che un gesto di pura follia.
Follia, davanti alla quale il giudizio si spegne, la lingua tace e gli occhi vorrebbero chiudersi.
Un pensiero silenzioso da parte mia vola dunque a quella bimba, che voglio immaginare ora mentre nuota serena tra le onde del lunare Mare della Tranquillità.

Per concludere questi pensieri sparpagliati aggiungo un’ultima tessera al mosaico che volevo comporre sull’astro a noi più vicino.
E’ il mio canto d’amore per questo riflettore della notte, compagna fedele del cammino che la terra compie lungo le strade del cielo, satellite che orbita attorno alla sua amata terra mostrandole sempre la faccia migliore, seguace innamorato del suo Endimione cui ha saputo donare l’eterna giovinezza, occhio nel cielo che veglia sulle sorti di noi umani, accendendo i cuori degli amanti e illuminando le lacrime dei disperati.

 

 

17 commenti

  • mau

    … temo la luna piena … mi fa un effetto terribile … ogni volta che mi lascio attrarre e mi soffermo ad ammirarla avviene la trasformazione!!!! … il folto manto peloso lascia il posto a rosea epidermide, il grugno si trasforma in occhialuto viso e dal profondo dei miei visceri sgorga, improvviso, l’urlo: “Lei non sa chi sono io” … a quel punto la terribile trasformazione in
    uomo mannaro
    è completa … fortunatamente non dura a lungo e tosto riprendo le mie abituali sembianze ed abitudini … ma l’esperienza segna indelebilmente :(( …

  • paoli

    si la luna indubbiamente influisce su tutto il creato..e forse è proprio questo che le da un fascino veramente unico…il sole è troppo luminoso per poterlo guardare liberamente…di lui possiamo solo godere il calore…ma la luna è il nostro faro nella notte…la puoi guardare direttamente in faccia…e questo nonostante tutto te la fa sentire molto “amica” proprio come sono amiche le nuvole.

    Anto venerdì prossimo è il compleanno di kiki.

    Noi che da qualche anno frequentiamo il blog di Luca abbiamo raccolto un po di date dei vari compleanni…(se vuoi aggiungere la tua sarà ben gradita) per poter fare festa insieme…..e possso garantirti che abbiamo fatto verametne delle feste mitiche!!!!

  • anto

    la luna mi ha da sempre fatto compagnia con i suoi racconti ai quali ho sempre contraccambiato con le mie brevi favole notturne… per questo mi è così cara!

    Avevo scoperto chi era il festeggiato… ma uscirà dalle scartoffie per allora???
    Per fortuna l’8 sono ancora qui… chissà che bagordi!!!!! io compio gli anni il 14 aprile, ma devo sapere anche i vostri…

  • paoli

    c’è però un guaio…ho erroneamente cancellato la mail con l’elenco dei compleanni!!!!!!Arghhhhhhhhhh…..se non ricordo male..Orso è intorno alla metà di settembre…qualche giorno prima del matrimonio di Ge…giusto???’ la Ste il 26 di dicembre..Ge..febbraio????? che disastro…no mi ricordo più!!

  • anto

    Anche quello della Ste è facile!.. per gli altri, vedremo di investigare tra i condomini… anzi se qualcuno se ne ricorda altri, li posti pure qui, che redigiamo un elenco completo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *