Travel

Port Grimaud

Port Grimaud è una citta lagunare interamente privata; situata nel Var si trova nel golfo di fronte  St-Tropez.

Costruita interamente col finanziamento di capitali privati nel 1964 su un terreno paludoso per iniziativa dell’architetto François Spoerry. Ogni casa è fornita di attracco ed ha l’accesso sia dalla banchina che dall’acqua. L’aspetto è quindi quello di una piccola Venezia, percorsa da canali e attraversata da ponti, e assieme quella di un porto, con tutte le imbarcazioni attraccate davanti ad ogni abitazione.

L’aspetto del villaggio è stranamente armonioso per corrispondere a un progetto unitario nel tempo e nello spazio. A cosa è dovuta quest’impressione?

Soprattutto all’architettura delle case che hanno tutte altezza, colore, finestre, porte e balconi differenti, pur mantenedo un’omogeneità nell’architettura che ricalca quella di un villaggio provenzale. Ma anche nella sinuosità delle strade che rifuggono la linea retta e seguono i dislivelli del terreno. Piccoli dettagli sparsi qua e là completano l’opera, assieme al fatto che nessuna facciata è perfettamente verticale.

I riflessi dell’acqua fanno il resto, regalando un’atmosfera magica a questo villaggio  un po’ artificiale. 

4 commenti

  • marco barsotti

    Ok —- Trovato dove mandare in esilio SB! E’ come Milano2, ma piu’ piccola, con laguna e sul mare.
    E assomiglia a Porto Rotondo.

    A parte questo, incredibile il lavoro dell’architetto, che e’ riuscito a dare un’aria “non aritificiale” a questo progetto, contrariamente a quasi tutte le realizzazioni unitarie che ho visto fin’ora (tipo Punta Ala, per intendersi). Oltretutto nel 1964! Vedendolo avrei pensato ad una realizzazione di fine anni 70 (…o al limite, di inizio secolo scorso!)

  • anto

    Porto Rotondo mi aveva fatto un senso di freddezza infinito e ora ho capito perché: tutto troppo dritto, troppo preciso, troppo uniforme per essere “vero”.
    L’intuizione di questo architetto ha dato vita a un posto quanto meno gradevole agli occhi, ancorché con un cuore un po’ posticcio…
    (ps. spiritosone….. :-P)

  • Apolline

    Des photos magnifiques qui montrent bien la lumière trés particulière de février, quand aucune brume ne vient voiler le ciel, les eaux et les maisons … C’est beau comme tout. Merci Anto de partager avec nous vos promenades.

  • anto

    en plus le soleil du soir, si bas sur l’horizon, répandait une lumière chaude et caressante sur les bâtiments et sur les eaux, tout en mettant en éidence la netteté des formes… c’est vrai que l’hiver est la saison la plus favorable pour prendre des photos qui feignent l’été! ^_^

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *