Food and Drink,  Travel

Matala, Hakuna Matata

Prima di partire definitivamente, anche su queste pagine, dall’isola, torno a Matala, il villaggio che ci ha ospitato in questa vacanza a Creta. Una menzione particolare merita infatti il ristorante che ci ha più volte accolto per la cena, l’Hakuna Matata.

image from farm8.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
Come molti altri si trova sul lato sud della baia, con vista sul mare e sulle caverne scavate nella roccia di fronte, ma ha un’atmosfera tutta speciale: un misto tra uno stile che si vorrebbe africano (come suggerisce il nome) ma al tempo stesso giamaicano (come suggeriscono i colori, i murales e, in fondo, il significato stesso del nome).
E’ dunque a metà tra l’hippy e l’etnico nell’allestimento, ma assolutamente greco nella cucina.

image from farm3.staticflickr.com
image from farm4.staticflickr.comimage from farm6.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.com
image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.comimage from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.comimage from farm8.staticflickr.com

La cucina greca è molto semplice, tutto però ha un sapore delizioso, forse perché si tratta quasi sempre di prodotti di produzione propria: carne alla griglia e pesce freschissimo, verdure e frutta rigorosamente di coltivazione autoctona, olio d’oliva, formaggi, yogurth e dolci semplici, quasi sempre offerti, questi ultimi, a fine pasto assieme alla frutta e al raki, la grappa greca. 

image from farm6.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
image from farm3.staticflickr.com
image from farm8.staticflickr.com
La sera c’è sempre il sottofondo musicale di qualche cantante, evidentemente reduce dai migliori anni del Flower Power; il repertorio è anch’esso a tema (Cat Stevens, Beatles, Pink Floyd, Bob Dylan e via dicendo) ma l’atmosfera è gradevole e quelle note si accordano bene con i colori e con i sapori del posto.


image from farm3.staticflickr.com

image from farm4.staticflickr.comimage from farm4.staticflickr.com

Se poi sopra la testa c’è un cielo così,

image from farm3.staticflickr.com
la magia è servita.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *