Travel,  Ville de Nice

One day in Nice

Vestire i panni del turista per un giorno può essere molto divertente.
Ieri, complice la famiglia in visita a Nizza, mi sono divertita a rivisitare i luoghi più celebri della mia città con gli occhi nuovi di chi la scopre (e non può che innamorarsene a prima vista).

Questa passeggiata nel centro di Nizza può essere anche una guida per chiunque si trovasse a passare di qui e, avendo a disposizione solo una giornata, desiderasse non perdersi le tappe imprescindibili, i panorami imperdibili e il circuito più semplice da percorrere a piedi per non perdersi nessuna delle attrazioni principali di questa città.

image from www.flickr.com
La nostra giornata comincia a Place Masséna, dove abbiamo salutato Apollo, sorto già da un po’ col suo carro dorato (il sole non è certo mancato in questa caldissima giornata di inizio ottobre).

Da lì al parco della Promenade du Paillon il passo è breve (il sole continua a divertirsi a giocare con l’acqua).

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Si incontrano strani animali lungo il cammino, balene lignee e mostri di Loch Ness, ma noi non ci facciamo spaventare ed arriviamo fino al Mamac.
Il Museo di Arte Moderna e Contemporanea è, a mio avviso, uno dei più belli di Nizza e come quasi tutti i musei nizzardi, completamente gratuito; vale decisamente una visita. Salendo sulla terrazza che ne percorre tutto il perimetro superiore si gode anche di una vista imperdibile sulla città, le colline ed il mare.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Dal Mamac si passa in fretta a Vieux Nice, il centro storico di Nizza, la parte medievale della città che si sviluppa sotto la collina del castello. Vale proprio la pena di girare per le sue stradine strette e colorate, piene di negozietti e punti di ristoro; qui si ha davvero l’impressione di essere in un’altra città. Notevoli alcune botteghe antiche e il Cours Saleya con le bancarelle e il mercato dei fiori.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Passiamo sotto uno degli archi delle Ponchettes ed eccoci arrivati in riva al mare; in questa calda giornata di sole non possiamo fare a meno di godere della spiaggia e dell’acqua ancora sufficientemente calda da essere gradevolmente balneabile.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
Verso l’ora del tramonto occorre però salire alla collina del castello: dalla Tour Bellanda la vista sulla Baie des Anges è straordinaria e il soleil couchant regala sempre spettacoli imperdibili.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
L’aperitivo al porto e la passeggiata di ritorno passando per il Quai Rauba Capeu e la promenade des Anglais chiudono la nostra giornata nizzarda.
Le luci ci guidano verso  a casa.

image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
image from www.flickr.com
(No, non è questa, ma è abbastanza vicina, via)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *