Art

Vetrine di libertà – La libreria delle donne alla Fabbrica del Vapore

A Milano esiste dal 1975 una realtà chiamata “Libreria delle donne”, che, oltre alla vendita di libri si occupa di curare pubblicazioni in proprio e due riviste trimestrali, organizza eventi e si pone come punto di incontro culturale per le donne, ma non solo.

Nata in via Dogana, si è in seguito spostata in via Calvi, dove ha cominciato a dedicare una vetrina all’esposizione di opere di artiste contemporanee. Sono una trentina le artiste che da allora si sono avvicendate nella “Quarta Vetrina”.
Assieme a quelle donate da alcune di loro nel 1975 queste opere sono l’oggetto di questa mostra alla Fabbrica del Vapore che vuole essere un affresco dello sguardo femminile sul mondo, uno sguardo che non cerca la parità con l’universo maschile, ma al contrario sottolinea la peculiarità, l’identità specifica dell’apporto della donna all’arte.

A cura di Francesca Pasini la mostra è visitabile fino al 6 giugno 2019 alla Fabbrica del Vapore.

Artiste

Carla Accardi, Paola Anziché, Marina Ballo Charmet, Mirella Bentivoglio, Valentina Berardinone, Tomaso Binga, Enrica Borghi, Alessandra Caccia, Chiara Camoni, Nilde Carabba,  Alice Cattaneo, Vittoria Chierici, Gabriella Ciancimino, Dadamaino, Marta Dell’Angelo, Amalia Del Ponte, Paola Di Bello, Elisabetta Di Maggio, Elena  El Asmar, Bruna Esposito, Stefania Galegati, Goldschmied e Chiari, Sophie Ko, Christiane Löhr, Loredana Longo, Claudia Losi e Sabrina Mezzaqui, Paola Mattioli,  Marzia Migliora,  Concetta Modica, Maria Morganti, Margherita Morgantin, Ina Otzko, Maria Papadimitriou, Angela Passarello, Annie Ratti, Caterina Saban, Elisa Sighicelli, Eugenia Vanni, Grazia Varisco, Nanda Vigo, Tori Wrånes.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *