Art,  Exhibitions

Ettore Spalletti – Ombre d’azur, transparence – la mostra a Villa Paloma (NMNM)

Inaugurata il 18 aprile la mostra dedicata ad Ettore Spalletti a Villa Paloma a Monaco durerà fino al 3 novembre 2019.
La visita si realizza come un percorso in sette spazi sui tre piani della villa, appositamente concepiti per questa esposizione che costruiscono ambienti senza tempo in cui la forma si fa luce.
Nelle sue opere, tendenzialmente monocrome, il colore viene applicato come impasto in polvere in modo metodico e lento attraverso decine di strati in modo da creare una sorta di pelle al tempo stesso resistente e setosa che protegge l’opera e le dona un aspetto quasi trasparente.
L’azzurro e il rosa sono declinati in sfumature ogni volta differenti ma dall’aspetto vaporoso, quasi si trattasse di nuvole, creando oggetti dall’aspetto più spirituale che materiale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le sue opere sono al tempo stesso pitture e sculture. La tridimensionalità emerge nelle tavole attraverso sorprese di  colore, per lo più d’oro, che si stende puro sulle superfici meno visibili.
Sono gli scarti, i particolari inattesi che si rivelano allo sguardo una volta cambiato il punto di vista, quella differenza che si coglie solo cambiando qualcosa in noi, ad emergere e rivelarsi.
L’atmosfera è rarefatta, ma lo spirito sorprendentemente vigile sembra cercare di concretizzarsi mano a mano che si sale lungo i tre piani su cui è concepita l’esposizione.

Essa è completata dalla proiezione del film Ettore Spalletti, scritto e realizzato da Alessandra Galletta e presentato in anteprima internazionale.
Il film ci mostra l’artista nella sua vita quotidiana metodica e contemplativa nei suoi luoghi di predilezione, Pescara, la sua casa a Spoltore, il suo studio a Cappelle sul Tavo, le abbazie, le montagne e il mare degli Abruzzi.
Un incontro avvenuto tra il 2016 e il 2018 che traccia un ritratto dell’artista e dell’uomo attraverso le sue parole, il suo sguardo e quello delle persone che gli sono vicine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *